500 miglia

Lo è perché sai da dove parti e dove arrivi ma non conosci il percorso, il freddo, lo sforzo fisico e mentale

Non descriverò tutta la cavalcata perché risulterebbe inutile e noiosa ma vi racconto che abbiamo visto il tramonto a Forte dei Marmi, le luci notturne di Firenze, le infinite curve degli Appennini col buio pesto, l'alba a San Marino, scendendo Tavullia e il circuito di Imola.

Non abbiamo fatto soste molto lunghe, al massimo 15-20 minuti giusto per avere il timbro, farsi consegnare il road book successivo e sgranchire le gambe…solo a Collodi abbiamo sostato un po' di più per "cenare" sopra una muretta con pan biscotto, salame, sottaceti e red bull!

Ringraziamo i road captain Luca (il Privato) e Omar che hanno sempre guidato il gruppo, un abbraccio forte anche a Ennio, Gianni, Armando e un grazie particolare a Lorenzo, Riccardo e Giuseppe Beppik del Firenze Chapter che sono passati a salutarci!

A piedi cammino,in macchina viaggio, in moto sogno.

Paola